Ricette

Pane raffermo? Ecco come riutilizzarlo

pane

Questo è successo a tutti, soprattutto durante la quarantena, produrre o acquistare pane che era inevitabilmente lasciato indietro, e non sapere come riutilizzarlo.

Pertanto, abbiamo avanzato alcuni suggerimenti per riutilizzare il pane rimanente per ottenere zero sprechi. Scegliere un’alimentazione sostenibile significa non solo scegliere il cibo da portare in tavola, nel pieno rispetto della stagionalità del prodotto, e adottare una dieta che faccia bene a noi e all’ambiente, ma anche evitare in ogni modo sprechi.

Ecco alcuni consigli

1) La soluzione più comune resta però il pangrattato: tritate il pane e utilizzatelo in tante ricette, come le polpette in salsa; ideale per fare pangrattato e verdure arrosto.

2) Se il pane rimasto si indurisce, potete infornarlo a 180 ° per 40 minuti, assicurandovi di cuocerlo da entrambi i lati e di fare biscotti fatti in casa per colazione

 

3) Lasciate che il pane diventi raffermo, fate dei crostini croccanti, aggiungeteli a zuppe di fagioli, zuppe e insalate. Basta tagliare le fette di pane e la crosta a pezzetti, quindi condirle con olio d’oliva e sale nella pentola. Cuocere in forno a 150 gradi per 30 minuti, quindi abbinarlo perfettamente alla zuppa;

4) Frittelle di pane ubriache. Mettere a bagno circa 300 grammi di pane raffermo e coprire con vino bianco. Mescolare 3 uova, 70 grammi di zucchero e un pizzico di sale in una ciotola, quindi aggiungere il pane strizzato e mescolare. Aggiungete anche il limone e la cannella. Aggiungete la farina in questo momento, partendo da 30 grammi, fino a che l’impasto non si sarà completamente addensato, fermate subito e cuocete il resto con olio bollente e pentola!

LEGGI ANCHE:

Resta aggiornato sulle ultime notizie con Parola di Donna. Iscriviti al nostro gruppo di cucina Ricette facili e veloci ogni giorno e al gruppo dell’Oroscopo di Paolo Fox ogni giorno. Guarda i migliori video su Sbaam.