News

Multe per chi getta in strada guanti e mascherine usate

multe per chi getta le mascherine per strada

Tutto parte da un comune della Puglia, Nardò, in cui si è deciso di combattere contro chi getta in strada guanti e mascherine utilizzate. L’ennesimo effetto negativo dell’emergenza Coronavirus, sopratutto a partire dalla seconda fase, è l’aumentare dell’inquinamento dovuto all’eccessivo utilizzo di guanti e mascherine monouso.

L’emergenza Coronavirus, diventa un’emergenza anche per l’inquinamento in strada. E’ stata perciò prevista una nuova ordinanza per i trasgressori con multe da 75 a 450 euro. “Un problema non solo dal punto di vista della pulizia e del decoro ma teoricamente anche un rischio per la salute per un ipotetico contagio”.

Multe contro i trasgressori

Il sindaco di Nardò si è opposto chiaramente a tutti i cittadini che assumono comportamenti immorali e pericolosi. Coloro che trasgrediscono l’ordinanza che vieta l’abbandono di guanti monouso e mascherine in strada senza le giuste precauzioni, rischiano pesanti multe. Una decisione presa dal sindaco Pippi Mellone per fermare questo scempio. E’ stata definita dallo stesso una “guerra contro gli sporcaccioni”. Sono stati registrati decine e decine di casi di abbandono dei dispositivi di sicurezza contro il contagio fuori i supermercati. “Un problema non solo dal punto di vista della pulizia e del decoro – ha spiegato l’assessore all’Ambiente Mino Natalizio – ma teoricamente anche un rischio per la salute per un ipotetico contagio”.

L’ordinanza istituita stabilisce che: chiunque abbandoni dispositivi di protezione individuale sul suolo pubblico, lungo le strade o nelle campagne, è punito con una multa che va da un minimo di 75 a un massimo di 450 euro. Questa stessa ordinanza, inoltre, sollecita il corretto smaltimento di questi dispositivi così come indicato dall’Istituto Superiore della Sanità. Devono essere trattati come rifiuti indifferenziati, avendo cura di richiuderli prima in un sacchetto di plastica e poi gettati nel contenitore. “Tutto ci porta a pensare – ha aggiunto l’Assessore Natalizio – che per molto tempo saremo costretti a usare guanti e mascherine per prevenire il contagio da Covid-19. Per cui un provvedimento che ci consenta di scoraggiare il fenomeno dell’abbandono indiscriminato e di indurre le alcune persone a comportamenti più civili e di buon senso, ci è sembrato doveroso. Polizia Locale e ispettori ambientali vigileranno su questi deprecabili comportamenti”.

Leggi anche: