Casa

Macchie su vestiti: ecco come combatterle con metodi naturali

Macchiare un vestito durante la giornata è una situazione che può irritarci, ma può essere anche l’occasione per metterci alla prova con i più classici metodi per eliminare le macchie dai vestiti.

Smacchiare i capi infatti è un’attività che “di solito” si affida alla lavatrice, ma con le nuove tendenze green anche nel mondo dei detersivi è possibile scoprire metodi semplici ed efficaci che implicano l’utilizzo di ingredienti che abbiamo in dispensa.

Bicarbonato, aceto e detersivo per le stoviglie sono solo alcuni degli strumenti fai da te per combattere lo sporco sui vestiti.

Ma come capire qual è la soluzione migliore per ogni macchia?

Alcuni aloni sono piuttosto difficili da eliminare, ad esempio vino, olio, inchiostro, sudore e rossetto sono fra i principali nemici di bianchi e colorati. Ma anche queste macchie possono essere sconfitte con le tecniche giuste.

Vediamo allora insieme quali sono i rimedi naturali e le strategie per far sparire le macchie, dai prodotti ad hoc alle regole d’oro per un lavaggio perfetto.

Ingredienti semplici per realizzare detersivi fatti in casa

Per capire come preparare un perfetto detersivo fatto in casa è necessario prima di tutto conoscere come agire sulle macchie più diffuse: generalmente su sugo, olio e macchie di cibo si consiglia di lasciar riposare una goccia di detergente per piatti sull’alone, magari aggiungendo un tocco di bicarbonato. Quest’ultimo è infatti la soluzione ideale per combattere le macchine sia sui bianchi sia sui colorati.

Ma non finisce qui. Tutti abbiamo a casa i prodotti base per creare un detersivo naturale per la nostra lavatrice, o ancora per smacchiare con facilità gli abiti.

Alcuni detersivi generici fai da te facili da preparare seguono ricette semplici, come:

  • unite 500g di sapone vegetale in scaglie, 100g di bicarbonato di sodio, 30 gocce di olio essenziale della fragranza preferita e 5l d’acqua, il risultato è un composto adatto ad ogni tessuto;
  • aggiungete a 40g di potassio, 100g di sapone di Marsiglia in scaglie, 2ml di olio essenziale a scelta e 1l d’acqua distillata;
  • portare a ebollizione 2,5l di acqua e aggiungere 250g di sapone di Marsiglia in scaglie, mescolando fino al completo scioglimento; frullate il composto e lasciate raffreddare;
  • sciogliete 120g di sapone vegetale in scaglie e aggiungere 100g di bicarbonato di sodio e 200g di carbonato. Una volta frullato il tutto, aggiungere 20 gocce dell’olio essenziale preferito e lasciar riposare per 30 giorni prima dell’utilizzo.

Macchie sui vestiti, ecco come combatterle

Spesso il segreto per rimuovere le macchie ostinate dai vestiti in modo è di utilizzare elementi semplici come l’acqua, l’aceto, la lacca per capelli.
Vediamo nello specifico i casi più comuni di macchie da eliminare.

  • Vino rosso: strano a dirsi, ma lo smacchiatore più efficace contro il vino è l’acqua frizzante. Versarla sull’alone prima di effettuare un lavaggio a freddo cancellerà subito la macchia; per gli aloni più resistenti si può ripetere il processo aggiungendo sale grosso.
  • Erba: d’estate è frequente sporcare i propri vestiti su un prato, magari giocando a calcio o sdraiandosi; per smacchiarli bastano alcune gocce di aceto bianco.
  • Cioccolato: terrore di tutti i genitori, è facile da eliminare con acqua ossigenata in caso di vestiti bianchi e aceto per capi colorati.
  • Olio: una goccia di detersivo per piatti renderà più facile alla lavatrice cancellare le macchie d’olio (e anche quelle di sugo).
  • Rossetto: per restare nel mondo della bellezza, un mezzo insostituibile per eliminare le macchie di rossetto è la lacca per capelli; una spruzzata seccherà il prodotto e agevolerà la sua scomparsa-

Anche la tecnica da utilizzare è fondamentale: va infatti usata rigorosamente acqua fredda (l’acqua calda potrebbe seccare la macchia), senza strofinare. L’alone va tamponato possibilmente con un panno dello stesso tessuto del capo che stiamo lavando, in modo da non danneggiarlo.

La giusta strategia per smacchiare i capi bianchi

Macchiare un abito bianco è un problema, perché si rischia di ingiallirlo o rovinarlo irrimediabilmente. Per agire in modo corretto senza alterare il tessuto, è bene utilizzare il bicarbonato di sodio, che va applicato direttamente sulla macchia con un po’ d’acqua, prima del lavaggio definitivo.

Oltre al bicarbonato un altro prodotto ideale per la pulizia è l’aceto, che per le sue proprietà rende i vestiti più brillanti; è possibile anche usarli insieme, per ottenere un risultato davvero perfetto.

L’importanza dei detersivi naturali

Chi cerca soluzioni rispettose dell’ambiente può scegliere prodotti biologici, creati utilizzando le caratteristiche naturali dei loro componenti. Proprio per l’assenza di elementi chimici, spesso aggressivi, queste soluzioni sono più delicate sui tessuti e sulla pelle: la differenza sta nell’impiego di tensioattivi naturali, ovvero di sostanze che agiscono contro lo sporco. Il detersivo biologico fa bene all’ambiente anche nella sua variante sfusa, che permette di ridurre l’uso della plastica.

A questo proposito, le analisi di Negozio Leggero, marchio specializzato sul mercato dal 2009, confermano i benefici che i prodotti sfusi portano dentro e fuori casa. Le loro stime parlano chiaro: eliminare il packaging ha portato a una riduzione e a un risparmio di 104,290 kWh di energia, 34 tonnellate di CO2 e più di 9,8 milioni di litri d’acqua, in genere impiegati sia nella produzione delle confezioni che nello smaltimento.

I vantaggi si ripercuotono anche per il portafoglio: secondo un’indagine Federconsumatori del 2014, le famiglie italiane che decidono di acquistare prodotti sfusi per le pulizie risparmiano fino al 40% l’anno, percentuale che si traduce in circa 800€.

Fonte: Donne

Potrebbe interessarti: