Casa

Come pulire la plastica ingiallita, dagli elettrodomestici alle sedie in giardino

come pulire la plastica ingiallita

Quello della plastica ingiallita è un problema che si presenta spesso nelle nostre casa o nei giardini. Tra gli elettrodomestici, le sedie in plastica ingiallita, mobili, giocattoli e così via, il passare del tempo o la luce del sole, fanno sì che il bianco si sbiadisca e arrivi ad ingiallirsi. Non è sempre facile capire come fare e cosa usare per risolvere questo problema, o almeno migliorare le condizioni della plastica bianca. Di seguito, sono riportati alcuni metodi efficaci e naturali per sbiancare la plastica.

Sbiancare con l’acqua ossigenata

Utensili e mobili di plastica bianca tendono a ingiallire con il risultato che l’aspetto estetico lascia molto a desiderare. Se notiamo dunque che piccoli elementi di plastica si sono ingialliti, è possibile affidarsi a un rimedio in fondo semplice da attuare con ingredienti naturali e decisamente a basso costo. Per iniziare, bisogna lavare l’oggetto o la parte interessata con un detersivo per piatti, per poi versare uno o al massimo due misurini di acqua ossigenata in un recipiente pieno d’acqua di rubinetto.

Proprio nel recipiente si andrà ad immergere l’oggetto da sbiancare lasciandolo per qualche ora. Una volta tirato fuori, va esposto all’aria aperta, preferibilmente non alla luce diretta del sole per evitare di rovinare il lavoro fatto fino a quel momento, e attendere che si asciughi. Solitamente, grazie a questo procedimento, l’ingiallimento sparisce.

Sbiancare con candeggina e bicarbonato

Nel caso occorra sbiancare parti di un elettrodomestico o pezzi di plastica più grandi, è necessario avere a portata di mano una bacinella, un litro di acqua fredda, bicarbonato di sodio, un litro di candeggina delicata, una spugna abrasiva e un cucchiaio di plastica.

All’interno della bacinella vanno versati in ordine casuale l’acqua fredda, il bicarbonato di sodio e la candeggina. Una volta mescolato tutto, quando il bicarbonato risulterà completamente sciolto si andrà a immergere la spugnetta abrasiva nella bacinella per poi strizzarla e strofinarla una prima volta con forza sulla superficie ingiallita. Dieci minuti di attesa, e poi la stessa operazione andrà ripetuta almeno altre tre volte al fine di ottenere un risultato soddisfacente.

Come sbiancare i mobili da giardino

Tavoli e sedie in plastica spesso arredano in maniera egregia e confortevole i nostri giardini, ma sono continuamente esposti agli agenti atmosferici. Se durante i mesi freddi, dunque, è importante conservarli in un luogo riparato avendo cura di coprirli con teli di plastica, durante la stagione estiva l’ingiallimento è dietro l’angolo. Certo, vi sono aziende che propongono spray detergenti capaci di ripristinare il colore originale della superficie in plastica oltre a offrire una sorta di protezione antistatica, oppure creme che invertono la reazione chimica causata dai raggi UV del sole sulla plastica di colore bianco. Ma nel caso si abbia intenzione di dedicarsi a una pulizia più decisa con prodotti fai da te per far tornare i pezzi in plastica splendenti come in passato, vi sono alcuni passaggi da seguire. I vari elementi, come sedute, schienali, gambe delle sedie, gambe del tavolo, braccioli, vanno infatti sfregati con una spugna imbevuta di acqua e sapone di Marsiglia, sciacquati e asciugati con un panno in microfibra.

In alternativa al sapone di Marsiglia, è possibile unire all’acqua uno sbiancante per lavatrice liquido o in polvere, oppure affidarsi a un misto aceto e acqua, calcolando per la precisione tre parti di aceto ogni sette di acqua.

Sbiancare gli elettrodomestici

Se l’ingiallimento colpisce varie parti dei nostri elettrodomestici, pensiamo al frigorifero, costantemente a contatto con olio e grassi della cucina, il consiglio è di andare a comporre una miscela di due cucchiai di candeggina e due tazze di acqua, bagnare un vecchio straccio, strizzarlo e posizionarlo sulle parti ingiallite del frigo. A questo punto, il panno va fissato con delle mollette per il bucato e tenuto in questa posizione per 4 ore circa. Successivamente, lo si andrà a rimuovere e a pulire il frigorifero con una salvietta umida.

Un’altra soluzione è l’utilizzo di qualche goccia di limone da versare su una spugnetta per poi strofinare le parti rovinate, oppure di un dentifricio sbiancante da sfregare delicatamente con uno spazzolino sulle zone particolarmente interessate dall’ingiallimento.

Leggi anche:

Fonte: Casalingaperfetta