Attualità

Cosa si può fare dal 3 Giugno. Le nuove ordinanze, finalmente toglieremo le mascherine.

Dopo due mesi di lockdown e i primi allentamenti delle misure restrittive, l’Italia entra ufficialmente nella sua nuova fase. Il ministro Francesco Boccia riassume le novità così:  “Libertà di circolazione senza condizioni”.

Basta autucertificazioni per gli spostamenti

Dal 3 Giugno, infatti, sarà di nuovo possibile spostarsi da una regione all’altra. Non è più necessario portare con sé l’autocertificazione, quindi non sarà più necessario un “valido” motivo per raggiungere un’altra città.

Restano vietati gli assembramenti

Rimangono vietati gli assembramenti all’aperto e nei luoghi pubblici. La distanza sociale dovrà sempre rispettare la misura di 1 metro, e di 2 quando si svolge attività fisica. Quindi al momento ancora niente movida. Ci accontenteremo degli spettacoli all’aperto, a cui potranno assistere al massimo mille persone, invece per le sale al chiuso 200 persone. La riapertura dei cinema e i teatri è prevista per il 15 Giugno.

La mascherina obbligatoria solo nei luoghi pubblici

Sarà sempre necessario indossare la mascherina nei luoghi chiusi, come nei negozi, dal parrucchiere e dall’estetista, in aereo e in treno, sui mezzi pubblici, praticamente dove non è possibile mantenere il distanziamento tra le persone.

Incontro tra i congiunti

Ci si può vedere a cena solo a patto di rispettare il distanziamento. Per le feste, invece, pubbliche o private che siano, bisogna aspettare. Resta il divieto di abbracciarsi se non si appartiene allo stesso nucleo familiare e se non si è congiunti. Quindi ancora niente baci e abbracci tra persone non conviventi.

Viaggi all’estero limitati per gli italiani

I viaggi all’estero per gli italiani saranno possibili solo in alcuni paesi, infatti al momento solo alcuni hanno riaperto le frontiere senza limitazioni.
La Francia, eliminerà i controlli dal 15 giugno e richiederà solo un’autocertificazione.
La Spagna cancellerà dall’1 luglio la quarantena obbligatoria per tutti i viaggiatori.
Il Portogallo, a metà luglio sarà in grado di garantire un’ampia offerta alberghiera.
La Grecia, prevede fino al 15 giugno i voli internazionali sono ammessi solo all’aeroporto di Atene e saranno fatti i test ai turisti, soprattutto delle regioni italiane settentrionali. Per il primo luglio i voli internazionali sono ammessi in tutti gli aeroporti e i visitatori saranno soggetti a test casuali all’arrivo.
L’Austria, dal 15 giugno consentirà la libera circolazione senza alcun controllo alle frontiere con Germania, Svizzera e Liechtenstein. Ancora da definire, invece, la situazione con l’Italia.

La Croazia e la Slovenia aprono le frontiere all’Italia, e chiedono ai turisti di raggiungere il paese con una prenotazione formalizzata.

LEGGI ANCHE:

Resta aggiornato sulle ultime notizie con Parola di Donna. Iscriviti al nostro gruppo di cucina Ricette facili e veloci ogni giorno e al gruppo dell’Oroscopo di Paolo Fox ogni giorno.