Attualità

Coronavirus: Tutta colpa del 5G?

5G

Nell’ultimo periodo soprattutto in Italia sta prendendo piede una teoria. Il teorema suppone che il propagarsi del coronavirus sia favorito dalle antenne 5G, la banda ultra-veloce di progettazione cinese. Siamo al complottismo più spinto, altresì detto delirio. Ma tant’è, come detto soprattutto negli UK in tal delirio, tanto che sono state assaltate in serie antenne che propagavano il segnale 5G.

Alcuni complottisti pensano che il coronavirus sia in qualche modo causato dalle reti 5G ci sono due argomentazioni: la prima è che Wuhan sarebbe la prima città ad aver introdotto questa tecnologia. Che è anche vero, ma Wuhan è stata una di 16 città pilota per l’implementazione di questa tecnologia. E la correlazione tra Wuhan, epicentro della pandemia, e il 5G non stabilisce in alcun modo un rapporto di causa effetto tra le due cose. Altri pensano che il 5G sia responsabile del crollo del sistema immunitario umano. A supporto di questo argomento si portano studi indipendenti, mai pero approvati o confermati dalla comunità scientifica.

Il Dipartimento delle informazioni per la sicurezza della Repubblica ha scritto che “l’avvento del 5G ha fatto da a sfondo uno scenario caratterizzato dal predominio tecnologico di alcuni attori e dalle preoccupazioni di altri rispetto al rischio di abuso delle nuove infrastrutture per finalità ostili”. E così continuerà ad essere nei prossimi anni. Nessun riferimento diretto a Huawei e alla Cina. Ma si tratta comunque della conferma che i servizi hanno ben alta la soglia d’attenzione.

Ovviamente sono solo teorie complottistiche ciò non toglie la necessità di eseguire studi seri e approfonditi, con applicazione rigorosa del metodo scientifico.

Leggi anche

Resta aggiornato sulle ultime notizie con Parola di Donna. Iscriviti al nostro gruppo di cucina Ricette facili e veloci ogni giorno e al gruppo dell’Oroscopo di Paolo Fox ogni giorno.