Bellezza Make Up

Galateo del make-up: ad ogni ora il suo trucco

Sebbene in passato il bon ton relativo al trucco e alla bellezza fosse decisamente più ferreo, imponendo più cambi di abito e di look durante il corso della giornata per rispettare l’etichetta, oggi le regole che ci suggeriscono di adattare il nostro stile in base alla situazione in cui ci troviamo sono diventate molto più flessibili.

Ebbene sì, c’è un galateo del trucco che ci può aiutare, specialmente nelle occasioni più formali ma anche nella vita di tutti i giorni, a sceglierne non solo la tipologia più adatta, ma anche ad applicarlo e a ritoccarlo nella maniera più elegante possibile e nelle occasioni in cui è più consono!

Scoprite la “beautyquette“, il galateo della bellezza

La beautyquette fa della consapevolezza del proprio stile, delle proprie caratteristiche fisiche e del contesto in cui ci si inserisce uno dei più grandi punti di forza, dando suggerimenti che, a conti fatti, possono fare la differenza in fatto di eleganza!

Ad ogni ora il suo trucco

Potrà sembrare la scoperta dell’acqua calda ma, così come è sconsigliato dall’etichetta andare in ufficio con un abito da sera, allo stesso modo è meglio evitare di optare per un make-up troppo carico e pesante durante il giorno, specialmente di mattina e al di fuori dei week-end.

Di conseguenza, per andare al lavoro, a scuola o in università, è consigliabile optare per un make-up leggero, con colori neutri e tenui, preferendo rossetti dai toni naturali o un gloss trasparente, lasciando le ciglia finte, il contouring e gli smokey-eyes intensi dopo le 18.00.

Naturalmente, è tutta una questione di equilibrio, anche con capelli e abbigliamento. Un outfit serio e un po’ maschile, come un tailleur, magari portato con i capelli raccolti può tranquillamente reggere un rossetto rosso di mattina, abbinato ad un trucco molto naturale e luminoso – un po’ come sostituisse gli accessori. Al contrario, un look più ricercato e colorato, preferirà tonalità tenui (ma non noiose), come fa Bryce Dallas Howard.

Lo stesso vale anche per il profumo: via libera alle fragranze più intense la sera, ma lasciare la scia della propria fragranza preferita durante la giornata non è l’ideale: meglio, in questo caso, optare per un profumo leggero e fresco, che non risulti invadente.

Da evitare assolutamente il ritocco

Ogni tipologia di ritocco fatta in pubblico andrebbe evitata, sia essa rivolta alle unghie (oh no! Anche per via dell’odore, può essere fastidioso), al corpo (mai e poi mai) o al trucco.

Nonostante farsi la manicure in treno limandosi le unghie durante il viaggio possa sembrare un buon modo per ottimizzare i tempi, questa pratica non è il massimo del bon ton (anziii!!!), così come togliersi i peletti scampati alla ceretta in spiaggia o, magari, cedere alla tentazione di schiacciarsi brufoli punti neri noncuranti degli altri.

Insomma, ogni tipo di ritocco andrebbe fatto in privato, magari alla toilette, tranne però in un caso: il rossetto.

Sistemarsi il rossetto in pubblico è una pratica che è stata sdoganata, pensate un po’, dalla regina Elisabetta, che la esegue spesso e in ogni tipo di occasione. Una volta ha dato addirittura il permesso di sistemarselo anche all’allora First Lady degli Stati Uniti Laura Bush che, durante un incontro, voleva andare a sistemarselo in bagno!

È concessa anche una spolveratina con la cipria, molto discreta, soprattutto se il pennellino è annesso alla confezione. Ma perché perdersi la scusa di potersi assentare dicendo “vado ad incipriarmi il naso”? Ehehe!

Fonte: Blog Clio Makeup

Leggi anche:

Resta aggiornato sulle ultime notizie con Parola di Donna. Iscriviti al nostro gruppo di cucina Ricette facili e veloci ogni giorno e al gruppo dell’Oroscopo di Paolo Fox ogni giorno. Guarda i migliori video su Sbaam.

Mi dispiace!