Salute

Smagliature da gravidanza? Ecco come risolvere

smagliature-gravidanza

Durante la gravidanza possono dar luogo ad alcuni fastidiosi sintomi, e grandi trasformazioni che coinvolgono il fisico della donna  come le smagliature. Queste sono delle vere e proprie cicatrici, che vengono a formarsi per la rapida estensione della cute, che perde quindi la sua elasticità. Durante la gestazione, le smagliature appaiono soprattutto sul ventre, sui fianchi e sui glutei. Sono molti i rimedi naturali che si possono utilizzare in gravidanza per prevenire e trattare il fenomeno delle smagliature, solitamente innocui per la salute del bimbo. Di seguito, qualche consiglio.

Perché appaiono le smagliature in gravidanza

Le smagliature  note anche con il nome di striae distensae – sono dei difetti che coinvolgono il livello superficiale della cute. Si tratta di aree dove la pelle perde la sua elasticità, caratterizzate da segni simili alle cicatrici di colore e consistenza diversa rispetto al resto della cute. Possono essere di piccole dimensioni, anche poco meno di un centimetro, oppure particolarmente vistose. Le smagliature tendono ad apparire rosse nelle prime settimane dalla loro apparizione, per poi diventare bianche con il tempo. Molte mamme ne testimoniano l’apparizione proprio sul ventre, con delle striature che appaiono in verticale lungo l’addome, ma non mancano manifestazioni sui fianchi, sulle cosce e sui glutei.

Smagliature in gravidanza: quali oli utilizzare

Gli oli sono certamente la risorsa più valida tra i rimedi naturali a prevenirne la comparsa e ad aiutare a rendere meno visibili le smagliature, .Sono generalmente sicuri da utilizzare anche durante la gravidanza: prima dell’impiego, tuttavia, è comunque indicato vagliare il parere del proprio medico di fiducia.

  • L’olio di mandorla, un ritrovato da sempre conosciuto per le sue potenzialità su pelle, capelli e unghie. Grazie alla sua concentrazione di vitamine, in particolare la vitamina E, ridona elasticità alla pelle stimolando la produzione di collagene. Basta massaggiarne delle piccole quantità sulle parti del corpo più colpite, un paio di volte al giorno.
  • L’olio di jojoba, una delle soluzione maggiormente ricche di vitamina E e trattamento di punta per qualsiasi inestetismo cutaneo. Anche in questo caso lo si può usare un paio di volte al giorno: presenta il vantaggio di un rapido assorbimento, senza ungere eccessivamente la pelle.
  • L’olio di semi di lino, quest’ultimo noto per ridonare immediata lucentezza ed elasticità alla pelle uniformandone il colorito, ma anche il burro di karité come trattamento preventivo.