Attualità

Bonus baby sitter: come funziona e chi può fare richiesta

baby sitter

Il bonus baby sitter 2020 fa parte delle misure a sostegno delle famiglie che il Governo ha inserito nel decreto Cura Italia.

Confermati i 25 miliardi a disposizione, di cui 1,2 miliardi di euro destinati ai genitori che si sono trovati a far fronte a una situazione eccezionale, con la chiusura di tutte le scuole. Sarà inoltre possibile usufruire di 12 giorni di permessi per i mesi di marzo e aprile, con uno stanziamento di 500 milioni di euro.

Come funziona e chi può fare richiesta

Il bonus baby sitter sarà erogato attraverso del cosiddetto “libretto famiglia” che dal 2017 ha sostituito i vecchi voucher. Il valore nominale è di 10 euro. Il libretto è volto a compensare attività lavorative di durata non superiore a un’ora. Come spiega l’Inps, può essere acquistato mediante versamenti tramite F24 modello Elide, con causale LIFA, oppure tramite il “Portale dei pagamenti”. Per usufruire del libretto famiglia sia l’utilizzatore che il prestatore dovranno registrarsi alla piattaforma tramite il servizio online:  Prestazioni di lavoro occasionale: libretto famiglia.

Al termine della prestazione lavorativa, il genitore dovrà comunicare: i dati identificativi del prestatore, il compenso pattuito, il luogo di svolgimento della prestazione
la durata, l’ambito di svolgimento.

LEGGI ANCHE

Congedo parentale, chi può richiederlo e come

Carta famiglia 2020: il modulo, i negozi convenzionati, a chi spetta

Le previsioni di tutte le regioni: ecco quando si azzereranno i contagi da Coronavirus

Come chiedere la maternità facoltativa