Moda

La moda delle mascherine trendy e griffate per la fase due

E’ arrivata la fantomatica fase due e piano piano si ritornerà alla normalità. Per contenere ulteriormente i contagi sarà necessario munirsi delle adeguate cautele ed indossare la mascherina sarà obbligatorio.

E siccome anche l’occhio vuole la sua parte, ecco che dalle grandi maison della moda arrivano le mascherine griffate. Da Fendi a Gucci, si sono sin da subito adoperate nella creazione delle mascherine più trendy.

Diciamocelo, la mascherina chirurgica bianca o azzurra non è proprio stylish e dunque il fashion system si è adoperato per mettere sul mercato un vero e proprio accessorio da indossare, carino da vedere.

Ormai sui social network ce ne sono di tutti i tipi e nelle più variopinte sfumature ma quelle griffate sono tutta un’altra storia. In tempi non sospetti, i primi personaggi famosi ad indossare mascherine griffate sono state: la cantante pop Billie Eilish, ai Grammy Awards con una bella Gucci e l’onorevole Maria Teresa Baldini.

La mascherina griffata è un nuovo must have

Ancora per molto la mascherina ci accompagnerà nelle nostre giornate e dunque che lo si voglia accettare o meno sarà parte integrante del nostro outfit. La fantasia delle mascherine si è sviluppata sin da subito in casa, poi da piccoli artigiani fino alle case di moda più popolari e lussuose. La maschera anti inquinamento di Fendi di 190 euro, griffata ed in seta, è andata sold out in pochi giorni ma anche quella di Marine Serre coordinata al vestito presentata alla Fashion Week di Parigi a 290 euro.

 

Mentre, l’imprenditrice-cantante Elettra Lamborghini regala la mascherina leopardata a chi acquista uno dei capi della sua collezione. Anche Chiara Ferragni, sfoggia la sua mask realizzata dall’artista Etai Drori di Los Angeles con asciugamani di Louis Vuitton e la tela monogram.

Tuttavia, ci sono delle belle mascherine a buon mercato di Laboratorio Marzoline di Milano, che ha realizzato dei copri mascherina in seta a soli 12 euro e tra l’altro una parte del ricavato sarà devoluto in beneficenza agli ospedali della regione. Queste mask sono belle e personalizzabili con ricami e iniziali, oltre che di stampe diverse e lavabili.

Molto interessante anche il progetto MonniFaceMask nato dall’idea di Monica Sarti che ha realizzato le mascherine utilizzando tessuti e fantasie precedentemente utilizzati per la sua produzione di sciarpe. Queste mascherine sono in cotone, seta, cashmere e modal, in vendita sul sito www.filierosarti.com .

Artigianali quelle dell’Atelier Sabelle di Firenze, abituato a creare capi vintage impreziositi con tessuti e ricami, con la stessa tecnica ha realizzato copri mascherine.

Una raccomandazione importantissima è che le mascherine griffate non sono sicure dal punto di vista medico e andrebbero indossate solo ed esclusivamente sopra quelle chirurgiche. 

Nuovi accessori anche per i futuri sposi: guanti e mascherine

In periodo di Coronavirus, sono molti gli sposi che hanno dovuto rimandare le nozze, secondo i dati riportati dall’agenzia Agi, sono 17 mila quelli cancellati tra marzo e aprile e 50 mila quelli che salteranno tra maggio e giugno. L’atelier Tosetti di Como, generalmente specializzato in abiti nuziali, ha creato guanti, occhiali e copri mascherine limited edition per sposi.

“L’idea di realizzare questi oggetti personalizzati è nata da una riflessione sulle mie spose” afferma la fashion stylist Monica Gabetta Tosetti.

Resta aggiornato sulle ultime notizie con Parola di Donna. Iscriviti al nostro gruppo di cucina Ricette facili e veloci ogni giorno e al gruppo dell’Oroscopo di Paolo Fox ogni giorno. Guarda i migliori video su Sbaam.

Leggi anche:

Mi dispiace!