Attualità

Lo smog attraversa la placenta ed è dannoso per il feto

gravidanza feto

Lo smog è dannoso anche per il feto, l’ultima scoperta attraverso uno studio su un campione di donne incinte. I ricercatori hanno fornito la prima prova diretta che l’inquinamento viaggia attraverso la placenta delle donne in gravidanza, minacciando la salute dei neonati.

Rischi notevoli per la salute

Eravamo a conoscenza dei rischi che correvamo durante il periodo di gestazione e le conseguenze del fumo della sigaretta sul nascituro. Ma con questa notizia i fattori che potrebbero influenzare la tranquillità della gravidanza aumentano.

Durante il congresso internazionale della Eurpean Respiratory Society (Ers) di Parigi, la Queen Mary University di Londra ha presentato la prima prova diretta del fatto che le particelle di inquinamento atmosferico respirato dalle future mamme entra nei polmoni depositandosi nella loro placenta.

Questo studio suggerisce ai ricercatori il fatto concreto che le particelle di smog arrivino anche ai feti. I danni potrebbero essere innumerevoli e di notevole importanza.

L’inquinamento atmosferico, purtroppo, aumenta il rischio di parto prematuro, basso peso alla nascita e problemi respiratori del bambino, potrebbe provocare danni permanenti per la salute o addirittura mortalità.

Lo smog arriva alla placenta attraverso il flusso sanguigno

Il test è stato fatto su cinque donne incinte,non fumatrici. Usando un microscopio ottico i ricercatori hanno isolato i macrofagi, le cellule del sistema immunitario che inglobano le particelle nocive, e hanno trovato 60 cellule particolarmente scure esaminandone la forma con un microscopio elettronico.

Dalle analisi è emerso che le particelle fuligginose respirate dalle mamme, passano attraverso il flusso sanguigno, dai polmoni fino alla placenta. Non è sicuro che siano trasmesse al feto, ma non è da escludere.

Meglio intraprendere percorsi meno inquinati se si è incinta, evitando per esempio le strade più trafficate.

Le particelle non hanno bisogno di entrare in contatto diretto con il feto per essere dannose, già il fatto che sono presenti nella placenta hanno un effetto negativo.

Questa ricerca dimostra che siamo minacciati dall’inquinamento pur essendo protetti dal grembo materno. Bisogna sensibilizzare tutto il mondo per ridurre i danni dello smog, altrimenti avremo sempre più problemi di salute già dall’infanzia.