News

Cosa succede in caso di contagio a scuola? Come bisogna comportarsi

Settembre è alle porte e l’inizio delle attività scolastiche sta facendo discutere tanto. Siamo preoccupati per  i nostri figli e ogni volta che cerchiamo di capire come sarà possibile riprendere la quotidianità a scuola ci assale un dubbio che difficilmente riusciamo a toglierci.

Cosa succede in caso di contagio?

Il primo passo per arginare nuovi possibili contagi è stabilire con precisione il ruolo delle famiglie e delle scuole. Per questa ragione le scuole stanno aggiornando i Patti con le famiglie inserendo nuove norme anti-Covid, da tenere presenti insieme al documento più importante in materia: il rapporto ISS Covid-19, sul sito Studenti.it è scaricabile in formato PDF.

Nel rapporto c’è scritto anche come comportarsi in caso di contagio, e quando si può parlare di focolaio, e sono riportate le informazioni sul ruolo del referente Covid per le scuole, il punto di giunzione fra scuola e autorità sanitaria, incaricato di gestire situazioni delicate come assenze prolungate degli studenti, possibili alunni sintomatici e personale scolastico positivo.

A tale proposito, nei giorni scorsi il MIUR ha dovuto smentire ufficialmente una fake news sulla gestione dell’alunno sintomatico, secondo cui la scuola avrebbe prelevato lo studente senza che le famiglie potessero vederlo o interagire con lui – notizia naturalmente falsa.

LEGGI ANCHE:

Resta aggiornato sulle ultime notizie con Parola di Donna. Iscriviti al nostro gruppo di cucina Ricette facili e veloci ogni giorno e al gruppo dell’Oroscopo di Paolo Fox ogni giorno. Guarda i migliori video su Sbaam.