News Salute Tech

Coronavirus: mascherine personalizzate per FaceID

mascherine id

In questo periodo di crisi epidemica molte persone nel mondo viaggiano e girano ogni giorno con le mascherine. La paura del contagio del Coronavirus però sta causando non pochi disagi anche alle cose quotidiane più banali. Infatti queste mascherine coprono metà volto e non permettono lo sblocco dell’iPhone con il riconoscimento facciale, dato che necessita di avere l’intero volto scoperto.

Ed ecco che arriva l’idea a Danielle Baskin, designer e artista, di stampare mascherine con la metà del viso di chi le indossa. E che sono riconoscibili dal sistema di sicurezza del riconoscimento facciale.

Come funzionano le mascherine?

Le maschere respiratorie N95 funzionano con il software di riconoscimento facciale e sono stampate su misura. Utilizzano la mappatura computazionale per convertire le caratteristiche del viso in un’immagine stampata sulla superficie delle maschere chirurgiche senza distorsioni, proprio per facilitare l’accesso al telefono durante le epidemie virali.

In pratica bisogna caricare la foto sul sito utilizzando l’apposita app, modificare eventuali problemi di allineamento ed il gioco è fatto. Basta attendere il tempo di stampa e l’azienda abbina anche l’elastico della maschera al tono della pelle.

I prodotti, al momento, sono in fase di sviluppo. Ma presto si venderanno al dettaglio a circa 40 dollari per maschera. Nel frattempo potete dare un’occhiata al sito ufficiale Faceidmask.com. Non ci resta da aspettare che il prodotto arrivi sul mercato globale per capire se realmente il sistema funzioni, e se riesce a essere compatibile con il riconoscimento facciale.

Molti utenti (come riporta il sito Mashable.com) suggeriscono che sarebbe utile adottarle anche negli ospedali, soprattutto nei reparti di pediatria, per dare una espressione più familiare ai medici.

Mi dispiace!