Attualità

The Giornalisti: Proteggi questo tuo ragazzo. Testo

TheGiornalisti

Questa bellissima canzone dei The Giornalisti è una delle principali dell’album Fuoricampo. Soprattutto la più sentita e quella a cui è legata di più la band.

“Tutto il brano nasce dal ritornello appunto, ed il resto della canzone poi è nato tutto intorno” dice Tommaso. Una richiesta sincera  di essere protetto ed accompagnato per mano. E’ stata scritta principalmente per la fidanzata, ma ha una portata molto più grande. C’è chi ci vede la figura di un padre o quella di un amico.

 

Proteggi questo tuo ragazzo

Proteggimi perché io sono uno di quelli

Che se a calcio sbaglia il primo pallone

Butta via tutta la stagione e non si riprende più

Proteggimi perché io sono uno di quelli

Che se trova una piazza affollata e se sbaglia pure colazione

Non si riprende più

Proteggimi dal cielo che è troppo alto, dalla terra che è troppo terra

Dalle situazioni in cui non mi trovo, in cui non mi ritrovo più

Proteggi questo tuo ragazzo

Proteggi questo tuo ragazzo

Da questa testa maledetta che si infila nella sabbia

Che pesa più di tutto il corpo se la vuoi tirare su

Da questa testa benedetta da qualche prete negli ottanta

Come si fa a chiamare testa se mi fa cadere giù

Proteggimi tu

Proteggimi perché io sono uno di quelli

Che se in un sogno viene morso da un cane

Si risveglia con le mani bucate e non si alza più

Proteggimi dal cielo che è troppo alto

Dalla terra che è troppo terra

Dalle situazioni in cui non mi trovo, in cui non mi ritrovo più

Proteggi questo tuo ragazzo

Proteggi questo tuo ragazzo

Da questa testa maledetta che si infila nella sabbia

Che pesa più di tutto il corpo se la vuoi tirare su

Da questa testa benedetta da qualche prete negli ottanta

Come si fa a chiamare testa se mi fa cadere giù

Proteggimi tu

Proteggi questo tuo ragazzo

Proteggi questo tuo ragazzo (da questa testa maledetta che si infila nella sabbia)

(Pesa più di tutto il corpo se la vuoi tirare su)

Proteggi questo tuo ragazzo (da questa testa benedetta da qualche prete negli ottanta)

(Come si fa a chiamare testa se mi fa cadere giù)

Proteggi questo tuo ragazzo (da questa testa maledetta che si infila nella sabbia)

(Pesa più di tutto il corpo se la vuoi tirare su)