Spettacolo

Massimiliano Ossini addolorato: “La montagna ora ha una stella in più”

massimiliano-ossini-addolorato:-“la-montagna-ora-ha-una-stella-in-piu”

Dolore per il conduttore: Massimiliano Ossini ricorda una persona scomparsa

Attimi di dolore a Unomattina, dove Massimiliano Ossini si è reso protagonista di un toccante ricordo in diretta. Parlando nel format di RaiUno il presentatore ha speso parole commoventi in ricordo di Martino Zani, un tanto apprezzato rifugista scomparso nelle scorse ore e che ha lasciato un vuoto non indifferente in tutti gli appassionati di montagna, tra i quali appunto figura lo stesso conduttore di Unomattina. Con queste parole sentite Ossini ha dato ai telespettatori collegati con la trasmissione del primo canale la triste notizia del lutto:

Una nuova stella si è accesa, la montagna è ora un po’ più vuota, quindi un abbraccio da parte di tutti noi di Unomattina a Lino Zani, a tutta la sua famiglia. Ciao Lino.

A dare la triste notizia è stata la pagina Facebook del Garibaldi, struttura dell’alta Valle Camonica attualmente gestita da Odoardo Ravizza, di proprietà della sezione di Brescia del Club alpino italiano.

Chi era Martino Zani, il rifugista scomparso dopo una vita dedicata alla montagna

La morte di Martino Zani ha inevitabilmente scosso non solo Massimiliano Ossini, ma anche tutti gli appassionati di montagna che hanno sempre seguito le vicende di montagna. Non solo, Martino era il papà di Lino Zani, noto giornalista e scalatore. Fu lo stesso Martino nel lontano 1984, insieme alla sua famiglia ad accogliere nel rifugio Ai Caduti dell’Adamello Papa Giovanni Paolo II e il Presidente della Repubblica Sandro Pertini, che salirono con grande entusiasmo fino ai 3400 metri. Un evento rimasto nell’album dei ricordi della famiglia Zani e di tutti gli appassionati di montagna.

Massimiliano Ossini racconta in diretta un’altra tragedia

Il conduttore di Unomattina stamattina ha raccontato in diretta un’altra tragedia che ha gettato nello sconforto l’Italia intera. Parliamo della scomparsa delle sorelle Giulia e Alessia, le due ragazze che alcuni giorni fa sono state travolte da un treno alla stazione di Riccione e sono morte in seguito ai gravissimi danni riportati. “Quando accadono tragedie così grandi e soprattutto inspiegabili, il dolore tocca veramente ognuno di noi” – le toccanti parole di Massimiliano Ossini che ha introdotto un servizio sull’avvenimento nel giorno dei funerali delle ragazze – .

L’articolo Massimiliano Ossini addolorato: “La montagna ora ha una stella in più” sembra essere il primo su LaNostraTv.