Salute

Tutti vanno matti per questo formaggio con i vermi: ecco perché devi mangiarlo

tutti-vanno-matti-per-questo-formaggio-con-i-vermi:-ecco-perche-devi-mangiarlo

Ebbene si oggi nel nostro articolo vogliamo parlarvi del casu marzu, noto anche ai più come formaggio con i vermi con un prezzo tutto sommato abbordabile, è tra i formaggi più apprezzati in Sardegna, superstar clandestina (perché ne è vietata la vendita) in testa ormai da anni delle ricerche dei turisti buongustai che visitano questa isola. Anche solo per poter vedere di presenza l’aspetto di questo famoso formaggio, con tutte quelle larve che saltellano da una parte all’altra della forma.

Una popolarità certificata di recente da una rivista americana, che al formaggio ha da poco riservato un articolo  documentando la nascita del prodotto e la sua diffusione. In Sardegna in questo habitat  incantato i pastori producono il casu marzu, l’ormai famoso formaggio vietato infestato di larve che, per anni è stato definito il più pericoloso del mondo.

Di solito per questo famoso e temuto formaggio viene utilizzato il fiore sardo, il pecorino salato dell’isola, le larve di mosca casearia (Piophila casei) depongono le uova all’interno delle fessure che si formano nel formaggio, una volta schiuse le uova i vermi iniziano ad attraversare la pasta, rendendo cremosa la parte solida e assumendo un colore giallo o grigio dal sapore piccante. Quindi il casaro apre la forma per un assaggio della pasta morbida, con le larve all’interno che iniziano a contorcersi freneticamente.

Se si riesce a superare il disgusto per i vermi, il formaggio ha un sapore molto intenso e piccante, con un retrogusto che rimane per ore sul palato. La leggenda narra sia anche afrodisiaco. Molti però sostengono la pericolosità per la salute di chi lo consuma perché i vermi potrebbero sopravvivere alla digestione e creare delle miasi, ovvero infestazione di parassiti all’interno del corpo umano, con perforazioni microscopiche dell’intestino dovute ai morsi delle larve. Ma ad oggi nessun caso del genere è stato riscontrato. La vendita di questo formaggio è vietata per legge, tuttavia i sardi lo consumano da secoli.

Molti turisti visitando la Sardegna vanno in cerca dei prodotti tipici dell’isola, e il casu marzu rientra tra i prodotti di cui vanno alla ricerca, prendendo d’assalto i pastori che lo producono. Tuttavia, solo i più avventurosi vogliono assaggiare questo prodotto, originario della provincia di Nuoro, provando a scoprire tutto su come si prepara una simile e clandestina prelibatezza culinaria. Che tuttavia non va intesa come un’attrazione stravagante. Bensì come un prodotto tipico, una tradizione antica che sopravvive al corso dei secoli.

L’articolo Tutti vanno matti per questo formaggio con i vermi: ecco perché devi mangiarlo proviene da TuttoAbruzzo.it.