Salute

Stop ai capelli bianchi con una alimentazione adeguata: ecco cosa mangiare

La prima comparsa dei capelli bianchi per molte donne è un vero e proprio trauma che mandano in crisi tutte per cercare di mascherarli il più possibile.

Non sempre i capelli bianchi sono il segnale dell’età che avanza ma a volte iniziano a comparire anche a donne giovanissime. Eppure non appena si vede comparire il primo capello bianco, la donna inizia ad andare in crisi e si inizia a crearsi i primi problemi. Moltissime donne diventano schiave di tinture per capelli sperimentando le più svariate colorazioni.

Scopriamo insieme da cosa dipende la comparsa dei capelli bianchi

Innanzitutto, il colore della nostra chioma dipende dalla quantità di melanina, prodotta dai follicoli, presente nel nostro corpo. Più alta è la quantità di melanina più i nostri capelli trattengono la colorazione e rallentano nella fuoriuscita dei capelli bianchi. Se il pigmento della melanina viene a mancare, allora i nostri capelli inizieranno a diventare man mano bianchi.

Sicuramente questo è uno dei principali motivi del fenomeno, tuttavia, ci sono numerosi e diversi fattori che causano la prematura comparsa dei capelli bianchi.

I fattori che influenzano la comparsa dei capelli bianchi sono sicuramente genetici ed ereditari ma molto dipende dalla razza di appartenenza, dall’invecchiamento e dallo stress. Molto spesso invece capita che a causare il fenomeno dei capelli bianchi è l’assunzione di alcuni farmaci, alcune patologie come il disturbo tiroideo o ancora il fumo di sigaretta.

Ecco come prevenire la comparsa dei capelli bianchi con l’alimentazione

L’uscita dei capelli bianchi è inevitabile e ovviamente non esistono soluzioni per evitarla ma è possibile riuscire a prevenire o contenerne la crescita attraverso delle piccole abitudini alimentari.

Introduzione di cibi contenenti rame e selenio

E’ molto importante introdurre nella propria dieta quotidiana l’assunzione di alimenti contenenti rame come ad esempio la frutta secca, il fegato, il cacao oppure il cioccolato. Il rame è un minerale che aiuta il nostro corpo nella produzione di melanina.

Anche mangiare alimenti contenenti selenio come molluschi, tonno, sgombro, noci e uva sultanina è fondamentale per ridurre la comparsa dei capelli bianchi. Il selenio è importante per contrastare i radicali liberi, il processo di invecchiamento e la difesa delle cellule dai danni ossidativi.

L’importanza delle vitamine per i capelli

Sicuramente da non sottovalutare è la vitamina B, assumibile tramite il consumo di carne bovina, pollame, arachidi, derivati latte, legumi, uova, banane, prugne e cereali integrali. La vitamina B favorisce la circolazione del sangue verso il cuoio capelluto contrastando la perdita di capelli e favorendo la produzione di melanina.

Anche le vitamine del gruppo C, A ed E sono consigliate per fronteggiare il problema. Queste vitamine sono ricche di antiossidanti e contrastano nello specifico, la vitamina A la produzione di sebo e la vitamina C l’invecchiamento di pelle e capelli. Mente la vitamina E come la vitamina B aiuta la circolazione del sangue. I cibi da introdurre nella propria alimentazione, dunque, sono merluzzo, frutta, verdura, ribes, peperoni, kiwi, pomodori e frutta secca.

Gli alleati dei tuoi capelli: Omega 3 e proteine

Inoltre, ottimo alleato contro la comparsa dei capelli bianchi è l’Omega 3 contenuto nel tonno, nel salmone, nello sgombro, nelle alici, in noci ed avena. L’acido grasso contenuto nell’Omega 3 idrata e rinvigorisce i capelli prevenendone non solo la fuoriuscita di quelli bianchi ma anche la caduta.

Infine, per nutrire i capelli ed evitare l’effetto brizzolato, allora è assolutamente consigliato inserire nella propria alimentazione le proteine sotto forma di carne rossa e bianca, uova, legumi, latte e derivati.

Leggi anche:

Resta aggiornato sulle ultime notizie con Parola di Donna. Iscriviti al nostro gruppo di cucina Ricette facili e veloci ogni giorno e al gruppo dell’Oroscopo di Paolo Fox ogni giorno. Guarda i migliori video su Sbaam.