Attualità Salute

Omicron: come riconoscere i sintomi

La nuova variante del Covid-19, Omicron, è diversa dalle precedenti: oltre ad essere più contagiosa provoca una sintomatologia simile a un normale raffreddore ma forse con un po’ più di stanchezza e disagio.

Variante Omicron: cosa sappiamo

È stata scoperta in Sud Africa il 24 novembre e ha già messo in allarme i governi di mezzo mondo: l’Omicron è una variante molto particolare perché presenta un numero molto elevato di mutazioni mai viste prima.

Infatti, rispetto alle precedenti mutazioni, si manifesta con una trasmissibilità cinque volte superiore a quella della variante Delta ma con sintomi più lievi.

Questo dato è ad oggi confermato dai risultati di sei diverse ricerche preliminari, che sembrano evidenziare come questo nuovo ceppo di Coronavirus si replichi soprattutto nelle vie respiratorie superiori (naso, gola, trachea, bronchi) ma meno nei polmoni.

Sintomi Omicron: attenzione a questi otto segnali

I soggetti positivi alla variante Omicron hanno dichiarato come sintomi:

  • raffreddore, starnuti e rinorrea
  • gola irritata e tosse secca
  • dolori muscolari e ossei diffusi
  • stanchezza e affaticamento più o meno marcato
  • mal di testa lieve o moderato
  • paralisi notturna e sudorazione
  • nebbia cerebrale
  • eruzioni cutanee.

Non si sono evidenziati invece quei sintomi che hanno caratterizzato l’infezione da Covid-19 nelle fasi iniziali, come la perdita di gusto e olfatto, la febbre, le difficoltà respiratorie e l’alterazione della saturazione dell’ossigeno nel sangue, con compromissione polmonare.

paginemediche.it