Psicologia

Come diventare una persona con forte autostima, in gioco anche il carisma

autostima

Il termine “carisma” identifica, in psicologia, la capacità di esercitare un forte ascendente, influenza e fascino, sugli altri. Eppure, siamo certi che il “carisma” sia solo questo?
Secondo i modelli proposti dagli standard sociali, la persona carismatica è un individuo che emana un fascino magnetico, ha una personalità spiccata e possiede un appeal al quale nessuno sembra resistere.

Che cosa rende le persone carismatiche così affascinanti? Qual è l’ingrediente segreto che permette loro di attirare l’attenzione e l’ammirazione altrui? L’aforisma di Franklin, che avete letto in apertura di questo articolo, vuole mettere l’accento sul fatto che noi siamo gli unici responsabili di ciò che scegliamo di far entrare nella nostra vita. E non solo. Siamo anche responsabili di ciò che manifestiamo all’esterno, del messaggio che lanciamo agli altri attraverso il nostro comportamento.
In altre parole, noi possediamo gli strumenti per rendere speciale, unica, la nostra esistenza ma, spesso, non ne siamo consapevoli. Dietro il “carisma” c’è molto di più di una semplice definizione e adesso lo scopriremo insieme.

Qui di seguito ho elencato alcuni passi, in sintesi, per coltivare sin da subito una buona autostima:

1) Esamina i tuoi pensieri: se sono spesso negativi e rivolti a te stesso/a, c’è qualcosa su cui devi lavorare

2) Ascolta le tue emozioni: impara a decifrare ciò che provi. Riuscire a capire l’origine dei tuoi sentimenti di sfiducia, paura o rabbia è molto importante per modificarli.

3) Analizza i tuoi condizionamenti: in genere la scarsa autostima ha radici lontane nel tempo. Forse sei stato/a condizionato da qualche circostanza particolare che ti ha segnato e lasciato fragile. Prova a pensare alla tua infanzia e cerca di ricordare se ci sono stati episodi di questo tipo. Riconoscili e poi lasciali andare. Sono solo un rallentamento.

4) Scegli di stare dalla tua parte: l’autostima si può rafforzare e migliorare. E’ sufficiente che tu metta impegno nel trasformare i pensieri negativi che fai su te stesso, in affermazioni positive. Devi rovesciare una frase tipo questa: “Non sono bravo/a in nulla” in “Ho dei talenti e adesso mi impegno per scoprirli e perfezionarli.” Il costante utilizzo di questo semplice esercizio può produrre risultati importanti.

5)Fai una lista dei tuoi lati positivi: focalizzati sui tuoi lati positivi, sulle tue abilità. Riconosci il tuo valore attraverso le cose che sai fare e che hai fatto. Questo esercizio ti aiuterà a prendere coscienza del fatto che hai delle qualità concrete e reali. Quando hai scritto la lista tienila a portata di mano: fissala sul frigo, sullo specchio della camera, dovunque tu possa vederla spesso. Devi “ricordarti chi sei”!

6) Tieni un diario: scrivi su questo diario tutto ciò che di positivo ti accade. Quando fai qualcosa che ti dà soddisfazione, quando qualcuno ti fa un complimento. Usa queste note positive per contrastare i pensieri negativi e limitanti che possono sorgere. Costruire la tua autostima richiede tempo e costanza. Tu puoi farlo. Il tuo Diario è un aiuto formidabile.

7) Scrivi le tue intenzioni sul diario: usa il tuo Diario per dichiarare ciò che vuoi realizzare. Parti da cose semplici, come ad esempio la decisione di perdere peso oppure la volontà di gestire meglio una tua abitudine negativa. Scrivere quello che vuoi ottenere, ti aiuta a raggiungerlo e quindi ti fornisce altra autostima.

8) Sii gentile verso te stesso: tieni sempre a mente che devi avere rispetto e cura per te stesso. Mentre costruisci la tua autostima potranno ripresentarsi dubbi e timori. Non essere troppo critico o rigido con te stesso. Avere una buona considerazione di sé non significa che devi raggiungere la perfezione.

8)Dedica un po’ del tuo tempo a chi ha bisogno di aiuto: aiutare gli altri è molto importante. Il tuo contributo per sostenere chi si trova in difficoltà è un balsamo per chi lo riceve e una energia positiva per te che lo offri. Donare a chi ha bisogno aumenta la fiducia nel prossimo.

10) Abbi cura di te: prendi la sana abitudine di dedicarti del tempo. Che sia per scrivere sul tuo Diario, per praticare uno sport, un hobby, per leggere un buon libro. Il tempo che passi “con te” è un amico prezioso.

11) Passa il tuo tempo con persone positive: chi ha un buon equilibrio interiore è positivo e solare. Stare a contatto con persone positive, aumenterà la tua predisposizione a coltivare i loro stessi valori di base. Soprattutto condividi con la tua famiglia e i tuoi amici i progetti che hai.

12) Impegnati nel curare la tua alimentazione e se ti è possibile fai sport: la salute, sia fisica che mentale ed emotiva, parte anche dalle nostre abitudini alimentari e dallo stile di vita che adottiamo. Cerca di nutrirti in modo corretto, con il giusto apporto di alimenti sani. Unisci a questo l’attività fisica, anche poca ma che sia costante, ogni giorno. Questo aiuterà a scaricare stress e a mantenere il corpo e la mente in equilibrio.

13) Cura il tuo aspetto: prenditi cura del tuo aspetto ogni giorno. Scegli di indossare gli abiti che ti fanno sentire a tuo agio e non rinunciare ai benefici di una doccia calda: rilassante e benefica. Essere in ordine e sapere di esserlo, ti fa stare bene e aumenta la sicurezza in te stesso.

14) No al perfezionismo: il perfezionismo è “nemico” dell’autostima. Suggerisce mete irraggiungibili e causa frustrazione. Quindi: fai sempre del tuo meglio ma non cedere alla tentazione di scartare costantemente i risultati che ottieni, sacrificando la bontà di quello che hai fatto, alla ricerca ossessiva del “meglio”.

15) Ignora lo standard delle pubblicità: quello che la televisione e i media ci propongono a proposito di “come dovremmo essere” è quasi sempre un modello ingannevole, irraggiungibile e frustrante. Per sapere “chi vuoi essere veramente” fai sempre riferimento a te stesso e a ciò che provi.

16) Sii “critico” con le “critiche”: ascolta con attenzione le critiche che ti vengono mosse ma fai attenzione a vagliarle con obiettività. Distingui tra quelle esclusivamente negative e quelle che, invece, possono insegnarti qualcosa.

Leggi anche

Fonte: eticamente