Attualità

La musica 8D che impazza sui social e fa viaggiare la mente

8D

Che cos’è la musica in 8D e come mai sta ottenendo tutto questo successo in questo nel periodo di quarantena che tutti ci ritroviamo a vivere.

Innanzitutto, la musica 8D non è una novità! E’ ormai in circolo da diversi anni, ma durante questa emergenza da Coronavirus, sta spopolando sul web. Sono veramente tantissime le persone che stanno condividendo sui social la canzone dei Pentatonix o mandano versioni svariate di canzoni tratte da film, colonne sonore e brani preferiti.

Ma cos’è la musica 8D? Perché sta coinvolgendo tutti, proprio ora?

La social mania

In questi giorni sono davvero tantissimi i brani in 8D che circolano sui social diventando una vera e propria mania. Ognuno condivide il proprio brano consigliando di ascoltarlo rigorosamente con le cuffie.

Leggi anche:

Molti sono i Dj che confermano che questa tecnologia non è nuova e che anzi circola nel settore musicale da diversi anni ma in questo momento di pandemia globale ha preso il sopravvento per una ragione ben precisa.

La musica 8D, in questo momento storico, sembra che aiuta a viaggiare con la mente e a sentirti come ad un concerto. L’effetto generato da questa musica aiuta quindi alle persone a sentirsi “fuori” dallo stato di reclusione forzata a causa del Covid-19.

Scopri cos’è la musica 8D

La musica 8D è da apprezzare rigorosamente con le cuffie e appena si preme il pulsante play si ha la sensazione che la musica “esca fuori” dalle cuffie. Infatti, l’effetto generato da questo tipo di musica proprio esterno alle cuffie, come se si stessa ad un vero concerto. Sembra che tutta la musica giri intorno a te, che scuota il tuo cervello e ti faccia viaggiare veramente, proiettandoti in un altro scenario.

L’effetto è creato da semplicissimi effetti sonori che riescono a ricreare degli ambienti differenti nella nostra mente. I brani circolano sul web già da tempo ma in questo momento d’emergenza, in cui tutti risentono del lockdown, la musica 8D sta coinvolgendo un gran numero di persone. Sicuramente perché stando a casa le persone hanno più tempo per ascoltare attentamente questo tipo di canzoni e non in maniera distratta come poteva succedere prima.

Oltre a questa tecnologia, che in realtà è un mix di effetti sonori che possono essere riprodotti con un qualsiasi software, come Ambisonic, oggi essenzialmente usata per la realtà virtuale. Come riporta Esquire, l’8D secondo il produttore Andrés Mayo si basa su una sorta di manipolazione che non fa capire al nostro cervello da dove proviene il suono. Una musica a 360° in qualche modo e non è più divisa tra destra e sinistra, ma è uno spazio virtuale a tutto tondo.

La musica 8D non ha alcuna magia strutturale insomma, se non quella di riuscire a proiettarci in una dimensione diversa. Infatti, questa esperienza sonora ci fa in qualche modo viaggiare con la mente e con la fantasia. Ci fa pensare di essere ad un concerto o in un film e di vivere avventure pazzesche.

Potrebbe interessarti anche: