Attualità

In arrivo il Bonus per chi ha i figli in DAD. Come fare richiesta

Bonus DaD fino a 100 euro a settimana in arrivo per i genitori che hanno i figli a casa. Un’iniziativa pensata per i genitori che lavorano e non possono occuparsi dei figli in didattica a distanza. Ecco chi può usufruirne e come fare la domanda.

Bonus DaD: i requisiti per richiederlo

Il bonus babysitter è una misura messa in atto dal governo centrale per venire incontro alle difficoltà dei genitori alle prese con la gestione a casa dei propri figli a causa della pandemia Covid-19. È infatti valido per le famiglie con figli minori di 14 anni in quarantena o in regime di didattica a distanza.

Il periodo di richiesta per il bonus va dal 1 gennaio al 30 giugno 2021. I genitori possono chiedere il bonus babysitter a meno che non siano già in congedo Covid o in smart working. Il bonus non è compatibile negli stessi giorni con il lavoro agile, con il congedo Covid o con la sospensione dal lavoro ad esempio per cassa integrazione anche dell’altro genitore. Si può invece chiedere il bonus babysitter se si è in ferie o in congedo maternità.

Per poter richiedere il bonus, bisogna far parte delle seguenti categorie:

  • iscritti alla Gestione separata di cui all’articolo 2, comma 26, della legge 8 agosto 1995, n. 335; lavoratori autonomi iscritti all’Inps;
    lavoratori autonomi non iscritti all’Inps, subordinatamente alla comunicazione da parte delle rispettive casse previdenziali del numero dei beneficiari;
  • personale del comparto sicurezza, difesa e soccorso pubblico impiegati per le esigenze connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19;
  • lavoratori dipendenti del settore sanitario, pubblico e privato accreditato, appartenenti alle seguenti categorie: medici, infermieri, tecnici di laboratorio, tecnici di radiologia, operatori sociosanitari.

Come fare la richiesta del bonus

Il bonus (fino a 100€ a settimana) è utilizzabile per l’acquisto di servizi di baby-sitting o di servizi integrativi per l’infanzia (doposcuola, scuole private e centri estivi). Verrà erogato mediante il Libretto Famiglia o direttamente ai centri erogatori dei servizi. In caso di figli molto piccoli, il bonus è incompatibile con il cosiddetto bonus asilo nido.

La domanda va fatta online, utilizzando l’apposito servizio online “Bonus servizi di babysitting” del sito www.inps.it. In alternativa ci si può rivolgere a un Patronato. Per la richiesta online è necessario l’accesso al portale tramite l’identità digitale SPID con Carta di identità elettronica (CIE) e Carta nazionale dei servizi (CNS).

Leggi anche:

Resta aggiornato sulle ultime notizie con Parola di Donna. Iscriviti al nostro gruppo di cucina Ricette facili e veloci ogni giorno

Nel nostro gruppo Facebook Amore vero Consigli lui e lei troverai la raccolta di tutti i nostri consigli sull’amore! 

Entra anche tu nella nostra community! Iscriviti al gruppo dell’Oroscopo di Paolo Fox ogni giorno e unisciti al nostro gruppo Telegram Oroscopo Di Paolo Fox Parola di Donna.