Attualità

Il tuo bambino ha carenza di affetto se mostra questi 4 atteggiamenti

La carenza affettiva nei bambini è un problema da non sottovalutare, spesso non sono dei semplici capricci ma hanno realmente necessità di ricevere carezze, baci ed abbracci per sentirsi protetti dai genitori.
I bambini vivono un continuo processo di crescita e durante questo periodo è assorbono tutto quello che c’è nell’ambiente circostante, proprio tutto! Per questo motivo, è importante riuscire a capire quando stanno assorbendo flussi negativi che possono essere determinanti per il loro benessere psico fisico.
Tra questi anche la carenza d’affetto ne fa parte ed è compito dei genitori prendersi cura di loro, non soltanto dal punto di vista economico per la loro crescita ma anche dal punto di  vista educativo e da quello psicologico ed emotivo.
E’ necessario non far mancare amore, affetto e comprensione al tuo bambino. Questo servirà per crescere in un ambiente sereno per acquisire valori e capacità che si porteranno per la vita futura. Molte volte, non ci si rende conto, che le mancanze che i bambini subiscono nella tenera età, poi diventano delle vere complicazioni nel loro modo di comportarsi quando cresceranno.

Che cos’è la carenza affettiva?

Nei bambini, si manifesta una carenza affettiva quando le loro necessità non sono soddisfatte. I bambini non si sentono amati, protetti e valorizzati ed è proprio quando sono piccoli fino al loro periodo adolescenziale che hanno bisogno maggiormente di affetto e di rispetto.

La mancanza di amore e attaccamento si manifesta anche quando c’è assenza di comunicazione, proprio quando i genitori sono assenti per lavoro oppure quando uno dei due genitori abbandona il proprio figlio.

Dovresti preoccuparti se il tuo bambino manifesta questi 4 sintomi di carenza di affetto

1. Vuoto emotivo

Potrebbe manifestarsi durante l’infanzia o anche dopo. E’ una necessità continua, escludendo i risultati ottenuti dall’individuo.
Questo sentimento di malessere e’ legato alla mancanza di attaccamento nel periodo precoce della vita.

2. Cattiva relazione con le figure principali e altre persone

I bambini che crescono non avendo ricevuto la pazienza necessaria avranno difficoltà nel relazionarsi in modo corretto con gli altri.
Tutto ciò può tradursi in rifiuto, rabbia o sfiducia nei confronti delle figure di attaccamento. Possono anche arrivare a manifestare odio e rancore. Verso altre persone, invece, si possono verificare casi di dipendenza causati dal bisogno di ricevere attenzioni da parte di qualcuno. Questo motivo può causare  gelosia e insoddisfazione.

3. Inadeguato comportamento

I cattivi comportamenti nascono dal bisogno di ricevere  quell’attenzione che era stata negata in momenti precedenti. Se ci troviamo in un luogo pubblico e ci guardiamo attorno, noteremo dei bambini che corrono, gridano e si comportano male con i genitori per attirare la loro attenzione. I tipici segnali di questo cattivo comportamento sono:cambiamenti di umore, pianti, aggressività, rabbia e impulsività.

4. Problemi fisici e psicologici

I bambini che soffrono di carenza affettiva sono più esposti a soffrire di ansia, disturbi dell’apprendimento e difficoltà nelle relazionarsi con gli altri. Inoltre, vengono colpiti frequentemente da infezioni.

Per porre rimedio a questa situazione è possibile rivolgersi ad esperti in materia come gli psicologi infantili. Tuttavia, per i genitori è importante prestare attenzione:

  • all’ascolto dei propri figli;
  • passare più tempo in loro compagnia;
  • dimostrare affetto e comprensione;
  • farli sentire protetti.
I bambini richiedono solo Amore, protezione e pazienza, e il compito di ogni genitore che decide di mettere al mondo un figlio e’ questo.
Leggi anche: