Attualità

Come sarà l’estate da coronavirus: possiamo andare al mare? Cosa è possibile fare

Una delle grandi domande che ci stiamo ponendo in questi giorni è proprio questa: “possiamo andare al mare? E se si cosa possiamo fare?”

Ne sono tanti i quesiti a cui vorremmo delle risposte. Si può andare al mare, anche se il mare si trova in un comune diverso da quello in cui siamo domiciliati? Si può prendere il sole al mare? Si può passeggiare al mare? Si può correre o fare sport in acqua? Si può fare il bagno?

Apprendere tutte le norme e regole che devono essere rispettate in fase 2 non è proprio cosa facile. Dopo 60 giorni di lockdown, la questione interessa milioni di italiani che, vorrebbe almeno approfittare del mare e delle prime giornate dal sapore estivo.

Fase 2: cosa si può fare a mare

In generale, è possibile spostarsi per andare al mare;  in spiaggia si può correre, camminare e perfino nuotare ma è vietato fermarsi per qualsiasi motivo, compreso prendere il sole. L’importante è mantenere il distanziamento sociale.

Si può andare al mare in un comune diverso da quello di residenza, purché lo si faccia per fare attività fisica e motoria.

E’ possibile fare il bagno, ma una volta usciti dall’acqua è meglio non fermarsi sul bagnasciuga. Non si può stare in acqua vicino ad altre persone.

Si possono portare i bambini al mare, ricordando che i bambini di età superiore ai sei anni devono indossare la mascherina obbligatoriamente.

E’ consentito fare attività motorie e sport in acqua ma una volta usciti non si può sostare nelle zone dove si trovano anche altre persone.

Non si può andare in spiaggia solo per prendere il sole. Non ci si può sedere, sostare o accomodare su una asciugamano.

E’ concessa solo attività fisica motoria sportiva al mare, ma  non si può giocare in spiaggia a pallone.