Come calmare il pianto del bambino in 7 modi

Come calmare il pianto del bambino in 7 modi

Non è semplice lasciare un neonato nella culla molte ore al giorno o lasciare che si addormenti da solo. Anche perché ha trascorso i suoi primi nove mesi coccolato all’interno della tua pancia. Tutto il tempo a ciucciarsi le mani, cullati e al caldo, 24 ore su 24 a stretto contatto con la propria mamma.

I neonati hanno un continuo bisogno di sicurezza, di avere confini intorno a loro proprio come faceva l’utero. Ecco perché è sempre alla ricerca delle tue braccia, messo nella culla si sente poco protetto.

Per evitare di far dormire il tuo bambino nel letto con te, si potrebbe utilizzare un metodo alquanto semplice. Basta arrotolare degli asciugamani  facendo dei salsicciotti e creare una specie di ferro di cavallo in modo da creare un nido come barriere intorno a lui. Oppure utilizzare la swaddle: una mussolina, la sacca per la nanna, per avvolgere il neonato durante le ore di sonno.

Ricorda, però, che ogni bimbo è diverso ed ognuno prende le proprie abitudini che possono cambiare durante i mesi o addirittura la giornata stessa. Quindi armati di tanta pazienza e amore e cerca il modo giusto per calmare il tuo bambino.

Ecco come calmare il pianto

    1. Durante il pianto non massaggiare la pancia potrebbe innervosirlo di più. Mettilo a pancia in giù così ritrova un equilibrio. O ancora usa la tecnica delle mamme indiane, sdraiandolo sempre a pancia sotto sulle tue gambe muovendole insieme su e giù, come quando si fa fare il cavalluccio.
    2. Tienilo in braccio in una stanza silenziosa e con la luce bassa, cullalo e fai shhh nel suo orecchio, lo rilasserà di sicuro e prenderà sonno più facilmente.
    3. Fascia il bambino in una mussolina, mettilo in una fascia o un marsupio, così da tenerlo al caldo. A lui sembrerà di stare sempre tra le tue braccia.
    4. Per la pennichella pomeridiana, utilizza un’amaca o una sdraietta. Il movimento costante lo farà dormire in modo rilassato. Nella culla invece prova ad attaccare alle estremità una striscia di nastri colorati, lo distrarrà e quest’attività lo farà stancare.
    5. Prepara l’atmosfera per un bel bagnetto. Teni l’ambiente caldo e perché no, profumato. Gli farà piacere essere cullato dall’acqua.
    6. Raccontagli una favola, una storia o una canzoncina. Si incanterà ascoltando la tua voce, lo farà sentire protetto e al sicuro.
    7. Lasciati come ultimo tentativo un giro in macchina. L’auto è un sonnifero quasi per tutti i bambini.