Fabrizio Corona sfrattato da casa

Fabrizio Corona sfrattato da casa

Fabrizio Corona deve lasciare entro 4 mesi la casa di via De Cristoforis, zona della movida milanese, che gli è stata confiscata quasi un anno fa dalla Sezione misure di prevenzione del Tribunale di Milano.

La comunicazione di sfratto da parte dell’Agenzia del Demanio è negli atti del Tribunale di Sorveglianza dal 15 febbraio. Già lo scorso aprile l’abitazione era stata confiscata all’ex paparazzo ed ora è di proprietà dello stato. L’immobile era intestato “fittiziamente” ad un suo collaboratore, Marco Bonato.

Corona non ha alcun titolo per abitare in quell’appartamento da 2,5 milioni di euro a due passi da Corso Como. Dichiara di abitare sempre a quell’indirizzo, anche al Tribunale di Sorveglianza che il 30 novembre 2018 gli aveva confermato l’affidamento terapeutico a causa della dipendenza dalla cocaina.

In questi giorni l’avvocato generale Nunzia Gatto ha chiesto ancora la revoca dell’affidamento, visti anche i recenti avvenimenti che hanno coinvolto il fotografo. Malgrado si debba curare dalla dipendenza dalla droga, è andato nel boschetto della droga di Rogoredo, alla periferia sud di Milano. Fingendo di acquistare stupefacenti per una trasmissione televisiva, realizzando un servizio di denuncia. Nonostante gli abbiano vietato di frequentare tossicodipendenti.