Diete

Dieta FODMAP per combattere il gonfiore: ecco come funziona e quali cibi evitare

La dieta FODMAP è basata sulla limitazione del consumo di cibi ricchi di alcuni carboidrati per un determinato periodo di tempo.

FODMAP sta per Fermentable Oligo- Di- and Mono- saccharides And Polyols, ovvero mono- di- oligo- saccaridi e polioli fermentabili. Il termine fa riferimento ai carboidrati che hanno il potere di scatenare effetti spiacevoli come la pancia gonfia, la stipsi, la flautolenza o i dolori addominali.

Con l’acronimo FODMAP si intende quel gruppo di carboidrati che comprende fruttosio, lattosio, fruttani, galattani e polioli, sorbitolo e mannitolo. Cosa sono? Sono sostanze che raramente vengono assorbite nell’intestino tenue e che portano spesso ai classici sintomi da colon irritabile.

Leggi anche: Cosa mangiare per dimagrire con la dieta da 1200 calorie: ecco il menù settimanale

La dieta FOODMAP

La dieta FODMAP dunque consiste nella limitazione del consumo di alimenti ricchi del gruppo di carboidrati sopracitati per un periodo di tempo. La reintroduzione di questi elementi procede gradualmente in diverse fasi per capire quali sono gli alimenti che generano sintomi e qual è la quantità esatta accettata dal proprio intestino.

Gli alimenti da evitare che sono ad alto contenuto FODMAP: asparagi, aglio, cipolla, cavolfiore, carciofi, porri, albicocche, anguria, ciliegie, mele, pesche, prugne, latte vaccino, burro, gelato, formaggi molli, frumento, kamut, farro, orzo, segale.

Mentre gli alimenti con un basso contenuto di FODMAP da favorire sono: Carote, cetrioli, finocchi, fagiolini, zucchine, agrumi, banane, frutti di bosco, melone, latte e derivati senza lattosio, bevande vegetali, avena, grano saraceno, amaranto, miglio.

Altri consigli per la dieta FODMAP

Come per ogni dieta, è fondamentale mantenere una buona idratazione. E’ consigliabile bere dai sei agli otto bicchieri di acqua al giorno. L’acqua aiuta a garantire il benesse intestinale.

Inoltre, è importante la scelta della cottura degli alimenti. Sempre meglio favorire quelle semplici: al vapore, ai ferri, al forno.

Inoltre, è fondamentale insaporire gli alimenti con erbe aromatiche, limitando il consumo del sale. Per aiutare la corretta digestione è importante consumare i pasti con lentezza e masticare per bene.

Leggi anche:

Resta aggiornato sulle ultime notizie con Parola di Donna. Iscriviti al nostro gruppo di cucina Ricette facili e veloci ogni giorno e al gruppo dell’Oroscopo di Paolo Fox ogni giorno.