Cucina

Lievito madre fatto in casa: bastano 2 ingredienti

lievito madre

Ebbene si, in questi giorni al supermercato risulta complicato trovare anche il comune lievito di birra, ma non bisogna preoccuparsi. Potete rimediare facilmente preparando il lievito madre fatto in casa con solo due ingredienti: farina ed acqua. Si è sempre stati dell’idea che il lievito madre fosse un elemento difficile da tenere in casa perché difficile da realizzare o difficile da prendersi cura. In questo periodo di riposo forzato in casa avete trovato il modo per alzarvi dal divano!

Lievito madre fatto in casa

 Preparazione: 5 minuti

   Costo: basso

 Difficoltà: facile

Prova a preparare anche:
focaccine morbide
treccia pan brioche farcita
Panini al latte

Ingredienti

  • 100 g farina 0
  • 50 g acqua

Come fare il lievito madre fatto in casa

Per preparare il lievito madre basterà impastare l’acqua tiepida o a temperatura ambiente con la farina di tipo 0.

E’ importante sapere che il lievito madre non richiede solo la preparazione in sé. Dopo la prima fase, quella dell’impasto, dopo 48 ore ci sarà bisogno di una prima rigenerazione avendo cura di conservarlo in un luogo fresco o comunque lontano da fonti di calore. Dopodiché, essendo il lievito vivo, necessita di alimentazione continua per favorire il processo di lievitazione. Quindi, eliminate una piccola parte in superficie se ritenete che si sia seccata e per rigenerare, pesate il panetto (per esempio 50 g) e utilizzate la stessa quantità di farina (sempre 50 g) e metà dose d’acqua (25 g). Questa è la regola da seguire per ogni rigenerazione. A questo punto conservate nuovamente il panetto in barattolo di vetro per altre 48 ore.

Per le successive rigenerazioni, è necessario ripetere il procedimento per altre 4 volte sempre a distanza di 48 ore. Successivamente, la rigenerazione va effettuata più frequentemente, ogni 24 ore per 15 giorni.

Passato questo tempo necessario, noterete che il lievito aumenterà nel tempo fino a triplicarsi di volume. Al momento dell’utilizzo per preparare pizza o pane, dovete calcolare che per ogni 500 g di farina vanno utilizzati 125-150 g di lievito madre. E’ consigliabile tenere fuori dal frigo il lievito per un’ora circa e rigenerarlo prima di utilizzarlo. Gli impasti preparati con il lievito madre necessitano di una lievitazione dalle 6-8 ore fino alle 24 ore.

Come conservare il lievito madre

Il lievito madre può essere conservato, innanzitutto, a temperatura ambiente ma in questo modo però andrebbe rinfrescato quotidianamente, a meno che non viene utilizzato ogni giorno per preparare qualcosa. Il metodo più pratico e conveniente è conservare il lievito in frigorifero, tenendolo sempre nel barattolo di vetro o comunque in un recipiente chiuso ermeticamente. Conservato così, andrà rigenerato ogni settimana. Il lievito madre può essere anche congelato in freezer, se magari avete in programma di non usarlo per un lungo periodo. Per scongelarlo il procedimento è questo: passatelo in frigo per 24 ore, passatelo poi a temperatura ambiente per almeno 2 ore, rigeneratelo con il solito procedimento e tenetelo ancora a temperatura ambiente per 24 ore.

Scoprite altre ricette facili e veloci QUI

Mi dispiace!