Casa

Consigli per utilizzare al meglio l’asciugatrice

Probabilmente, l’idea di acquistare in un secondo momento l’asciugatrice sorge in inverno quando con la pioggia diventa difficile riuscire ad asciugare il proprio bucato e allora la casa diventa un balcone a cielo aperto con vestiti sparsi tra stendini e termosifoni. Tuttavia, questa operazione fa male perché diffonde muffa che diventa difficile da eliminare.

Dinanzi all’acquisto dell’asciugatrice si è sempre un po’ titubanti in quanto non si sa mai se è realmente una necessità. Inoltre, i pareri sono sempre contrastanti e mille domande sorgono nella testa. L’asciugatrice restringe i capi? Da quanti kg comprarla? Quali sono i programmi utili maggiormente? Come si installa? E’ necessario un tecnico? E qual è la marca migliore?

Ecco le risposte ai dubbi e all’utilizzo dell’asciugatrice

L’asciugatrice restringe i capi?

Qualche volta può succedere, sopratutto ai capi in cotone come magliette intime o pantaloni delle tute dei bambini. Per far si che non accada questo inconveniente esegui questo procedimento:

  • suddividi i capi per tipologia e utilizza l’asciugatura adatta a ciascuno di essa;
  • utilizza per i capi in cotone la modalità dedicata ai capi delicati.

Come si carica l’asciugatrice?

Innanzitutto, quando fai la lavatrice, imposta una centrifuga non superiore ai mille giri per evitare che i capi diventino eccessivamente sgualciti. Prima di inserirli nell’oblò, sbatti leggermente i capi e allargali, controlla che maniche e pantaloni non abbiano parti appallottolate all’interno.

Non superare la quantità di capi indicati altrimenti l’asciugatura non avverrà nel migliore dei modi ed il bucato risulterà spiegazzato. Il consiglio è acquistare sempre un’asciugatrice con un carico superiore ad 1 kg minimo rispetto alla lavatrice.

E’ necessario aggiungere l’ammorbidente al lavaggio del bucato, anche se dopo si utilizza l’asciugatrice?

E’ sconsigliato l’utilizzo dell’ammorbidente in quanto spesso è causa di cattivi odori. Il più delle volte capita che gli asciugamani risultino poco assorbenti. Inoltre, l’ammorbidente può provocare irritazioni alla pelle e danneggiare i capi. Questo succede perché questo tipo di prodotto crea una patina sui tessuti che dona morbidezza si ma che causa anche dei danni alle fibre dei capi, rendendoli per giunta difficili da pulire ai lavaggi successivi.  Dunque, è consigliabile, non utilizzare l’ammorbidente nel lavaggio, sopratutto per gli asciugamani. I capi saranno ugualmente morbidi e profumati.

Perché gli asciugami puzzano anche se uso l’asciugatrice?

La causa del problema sicuramente non è da dare all’asciugatrice. Se capita di togliere gli asciugamani ancora umidi e di riporli nei cassetti è normale che si formino muffa e cattivi odori. Ma può anche capitare che il cattivo odore sia già intriso nei tessuti prima ancora che finiscano in asciugatrice. In tal caso, è importante effettuare un buon lavaggio della lavatrice: pulizia dell’oblò, lavaggio disinfettante, controllo dei tubi e pulizia del filtro.

Ci sono dei metodi di utilizzo dell’asciugatrice per non stirare?

Per evitare di stare la maggior parte dei capi è sufficiente:

  • non sovraccaricare l’asciugatrice (quindi rispettare i kg di asciugatura);
  • piegare i capi quando sono ancora caldi cioè appena il ciclo di asciugatura termina;
  • impostare una centrifuga massima a 1000 giri.

In alternativa, piega i capi umidi, riponili in una bacinella e lasciali a riposo per qualche ora solo successivamente procedi all’asciugatura.

In ogni caso, avere l’asciugatrice, non significa non stirare nulla. Anche la miglior macchina ” no stiro” o “stiro facile” non ovvierà al problema dello stirare le camicie o i grembiuli per la scuola.

Leggi anche: